venerdì 31 maggio 2019

5 cose che… #31: 5 fiabe preferite


5 cose che…, una rubrica nata dall’idea del blog Twins Books Lovers.



Il tema di questa settimana è fatto per sognare:

5 fiabe preferite

Chi mi conosce sa perfettamente che io ho una unica e sola fiaba preferita, dunque mi sforzerò di trovare anche le altre.

La fiaba per eccellenza che ha un posto speciale nel mio cuore è Cenerentola. Ho pianto e gioito con questa storia. Ho odiato le sorellastre. E la fine è semplicemente quella che ogni bambina sogna. Quindi la prima scelta non può essere che lei.
L’altra fiaba che ho amato tanto è Cappuccetto rosso.

Per giungere a Biancaneve e i sette nani.

Una fiaba che mi piaceva, ma solo per la casetta di marzapane, era Hansel e Gretel.

E poi c’è una favola che è nel mio cuore, che mi commuove ancora oggi da adulta: Il brutto anatroccolo.

Quali sono le vostre fiabe preferite?

giovedì 30 maggio 2019

I vincitori de «ilmioesordio» 2018


Qualche tempo fa la casa editrice Newton Compton editori aveva indetto un concorso intitolato «ilmioesordio». Oggi, 30 maggio 2019, vengono pubblicati i due romanzi vincitori di quel concorso.


LA BIBLIOTECA DEL DIAVOLO

ALESSANDRO TROISI


La battaglia che lo aspetta è più dura di qualsiasi guerra abbia mai combattuto


La nave mercantile Esperia solca a fatica il mare in tempesta. Sottocoperta cela un misterioso ospite, un uomo inquieto e taciturno, che indossa un’armatura malridotta e ha una grande croce rossa sul tessuto logoro che gli copre il petto. È il conte Filippo, un guerriero dalla forza straordinaria, che torna sconfitto e abbattuto dopo anni di lotte in Terrasanta. La guerra ha messo a dura prova le sue certezze, facendole vacillare. Per questo è ansioso di toccare terra e di raggiungere l’unica persona di cui si fida ciecamente: il vescovo Bernardo, suo mentore, che lo ha educato alla fede e alle armi dopo la morte dei suoi genitori. Ma il vescovo è impegnato a sua volta in una vera e propria guerra, che si svolge lontano dagli eserciti e dalla Terrasanta. Si tratta della caccia a un nemico insidioso e nascosto, le streghe. E intende addestrare Filippo a riconoscerle e punirle, rinsaldando così la sua fede. L’incontro con Eleonora, però, una semplice contadina, è destinato a cambiare per sempre il destino del conte guerriero. E questa volta la battaglia che lo aspetta è diversa da qualunque sfida abbia mai affrontato…



IL MISTERO DEL COLLEGIO ABBANDONATO

MASSIMO BINARELLI


Un cadavere ritrovato in un pozzo fa riemergere antichi segreti…


Roma. Quartiere Garbatella, 1959. Antonio Piccillo, un brigadiere in pensione, assiste al ritrovamento di un corpo dentro al pozzo di un convitto abbandonato. Il cadavere è mummificato e avvolto in un lenzuolo. I capelli rossi spiccano sul panno bianco. Di fronte a quell’immagine, la memoria di Piccillo torna indietro nel tempo, a un caso irrisolto che lo ha personalmente coinvolto: Marta Vincenzi, una ragazzina di tredici anni, scomparsa nel 1943 dal collegio che la ospitava. All’epoca l’ipotesi più accreditata era stata la fuga d’amore, ma Piccillo non ne era mai stato convinto. Gli interrogatori delle compagne di Marta e della direttrice del convitto erano stati condotti senza il rigore necessario. Per la polizia, il caso della mummia riemersa dal pozzo è un bel grattacapo ed è per questo che il commissario che segue le indagini chiede aiuto al vecchio Piccillo: lui conosce tutto del quartiere, ricorda fatti, storie e volti di persone legati agli anni in cui la ragazzina sparì. Muovendosi in una Roma piena di misteri, scavando negli anni in cui il regime fascista era in pieno declino, il giovane commissario e il brigadiere in pensione scopriranno una verità a lungo occultata… 

Questa volta leggo #11: Un ricordo ti parlerà di noi di Colleen Hoover


Questa volta leggo, rubrica ideata da Chiara e Dolci.

Per il mese di maggio il tema scelto tramite sondaggio è

un libro del 2019

Vi parlo del romanzo letto per l’Intervista con le vamp…blogger pubblicata qualche giorno fa. È un libro che mi ha toccata molto e avevo tante cose da dire. Credo sia uno dei libri più belli letti in questo inizio di 2019, ha saputo talmente coinvolgermi che non ho potuto fare a meno di commuovermi.

 

Autore: Colleen HOOVER

Titolo: Un ricordo ti parlerà di noi

Editore: Sperling & Kupfer

Data di pubblicazione: 9 aprile 2019

Pagine: 278

La storia tra Quinn e Graham è stata una vertigine di emozioni fin dal loro primo rocambolesco incontro. Si sono conosciuti nel giorno peggiore della loro vita e da allora non si sono più lasciati. Oggi, però, quell'amore perfetto è minacciato dalle mille imperfezioni del loro matrimonio. Gli errori, i segreti e gli inevitabili contraccolpi della vita, accumulatisi nel corso degli anni, li stanno distruggendo. E allontanando. Non è facile individuare chi abbia più colpe. Ed entrambi sono bravi nel fingere che nulla sia cambiato. D'altronde, è duro ammettere che si è arrivati al capolinea quando l'amore c'è ancora. Si tende a credere che un matrimonio finisca solo quando la rabbia e il disprezzo prendono il posto della felicità. Ma Quinn e Graham non sono arrabbiati l'uno con l'altra. Semplicemente non sono più gli stessi di un tempo, stentano a riconoscere nell'altro la persona di cui si sono innamorati e il loro rapporto è pericolosamente vicino a un punto di non ritorno. A un passo dal vuoto, tuttavia, il ricordo di chi erano e una promessa racchiusa in una scatola di lettere custodita da tempo potrebbe salvare il loro amore e loro stessi. Perché, a volte, l'amore ha soltanto bisogno di ritrovare la strada di casa.




La Hoover mi ha sempre abituata a storie dalle tinte forti. Sono romanzi che arrivano nel profondo, entrano sottopelle, ti invadono. Un ricordo ti parlerà di noi non fa eccezione. È una storia d’amore dal sapore drammatico. Fin dall’inizio del romanzo si capisce che la storia è in perfetto “stile Hoover”, ma dal secondo capitolo si intuisce che sarà qualcosa di molto più forte. Forse perché tocca un tema a me vicino, forse perché sin da subito sono riuscita a capire i sentimenti, le sensazioni e le emozioni di Quinn, ma io ho adorato questo romanzo, sebbene nel suo immenso dolore e sconforto.

Un ricordo ti parlerà di noi è un romanzo molto originale, è una storia d’amore raccontata nel pieno del matrimonio, un matrimonio che è fatto di quotidianità, di parole non dette, di sconforto e devastazione. Un matrimonio che diventa una ragnatela di tristezza.

Spesso, se due persone sposate cambiano, non sempre si nota, poiché la coppia muta insieme, nella stessa direzione.

Il problema è proprio quello, Quinn e Graham sono cambiati, ma non nella stessa direzione. Ciononostante Graham continua a lottare per questo amore. Quinn e Graham si stanno allontanando, ma si amano. Forse davvero si amano più di quando si sono incontrati. Hanno perso però il punto di vista centrale: cosa li ha fatti unire? Non sono riusciti a mettere a fuoco le loro difficoltà. Quinn è rimasta ferma sulla propria devastazione, sul suo senso di imperfezione perché non riesce a rimanere incinta. Graham invece si carica di sensi di colpa per ogni cosa. Tutto porta a quella che Quinn chiama la danza del divorzio, fatta di tentativi per riavvicinarsi e di allontanamenti impercettibili, ma che fanno male.

«Elusione» sembra una parola così innocua, ma può causare gravi danni a una relazione.

Tra i due personaggi ho sicuramente apprezzato Graham, a parte uno scivolone, tenta di tutto per non perdere la moglie, le lascia il suo spazio, le sta vicino senza soffocarla. La sostiene sempre, anche quando lei lo tratta in modo terribile. Quinn invece mi è piaciuta meno, salvo nel finale. Quinn è tutta concentrata su se stessa, non riesce più a vedere il Noi del matrimonio, si sente incompleta. Questa sua imperfezione diventa il suo unico pensiero, tanto che è quello che la porta ad allontanarsi, tanto nei sentimenti quanto fisicamente, dal marito. In alcuni momenti mi è sembrato che solo Graham continuasse a lottare per il loro matrimonio, che solo lui continuasse a credere di poter costruire un futuro felice.

Mi è piaciuto anche il fatto di paragonare la vita matrimoniale e gli eventi che accadono in un matrimonio agli uragani di categoria 5. Concordo con Quinn, ci sono momenti in un matrimonio in cui bisogna affrontare tempeste di diversa intensità. Alcune ci devastano, altre ci fanno vacillare, ma poi ci si ricostruisce più saldi.

Lo stile dell’autrice è qualcosa di travolgente, sei immerso nella storia. Senti tutte le emozioni che provano i personaggi. In questo romanzo avverti in te la tristezza e la solitudine. Sì, ho provato un profondo stato di solitudine, ho avvertito il dolore di Quinn. Un dolore che ho sentito particolarmente vicino, perché lo vive una mia parente, vedo in lei quello che sente e soffre Quinn. Forse perché il romanzo è tutto incentrato su Quinn, sui suoi sentimenti e sui suoi ricordi. Bellissimo infatti l’alternarsi di Passato e Presente. I ricordi di ciò che è avvenuto nel passato si intrecciano con le situazioni che accadono nel presente e svelano un tassello alla volta. Inizialmente hai qualche “buco”, perché non riesci a capire cosa si nasconde dietro una frase, un accenno nella storia, piano piano la narrazione si amplia e si chiarifica. Pur essendo Quinn il centro del racconto, io ho apprezzato Graham e soprattutto la sua tenacia, la sua caparbietà, il suo amore per Quinn e le sue lettere.

Una sola cosa non mi ha fatto impazzire, ovvero non mi è proprio piaciuta: l’Epilogo. Ecco, storie come questa, così forti, così potenti, dovrebbero terminare all’ultimo capitolo. Quelle ultime pagine mi hanno un po’ tolto il sapore del romanzo, che è bellissimo e drammatico.

Trovo azzeccatissimo il titolo del romanzo. I ricordi hanno un ruolo fondamentale in questa storia, così come la scatola di legno…

«Quindi questa scatola non è soltanto un ricordo, ma anche un kit di sopravvivenza matrimoniale?»

La copertina, per quanto bella e colorata, non la trovo adatta alla storia narrata all’interno.

Se amate le storie con forti emozioni, quelle che mentre raccontano ti fanno riflettere (e in questo romanzo di riflessioni ne nascono tante), allora questo è il romanzo per voi!

Come sempre lascio di seguito il calendario della rubrica, così potete leggere le recensioni negli altri blog.

mercoledì 29 maggio 2019

Segnalazione: Before the Dawn – Prima dell’Alba di Thom Brannan


Da oggi trovate questo titolo per la Dunwich edizioni

TITOLO: Before the Dawn – Prima dell’Alba (Le Cronache della Centuria – Vol. 1)

AUTORE: Thom Brannan

GENERE: Urban Fantasy

PAGINE: 264

PREZZO: Ebook € 4,99 (in offerta lancio a € 1,99 fino al 12/6/2019) Cartaceo € 14,90

DATA DI USCITA: 29/5/2019 in ebook 12/6/2019 in cartaceo

LINK D’ACQUISTO:





SINOSSI



La Centuria ci protegge di notte: cento stregoni che utilizzano la magia, viaggiando per il globo per tenere a bada le creature ultraterrene. La Centuria fa rispettare il Patto, l’unica barriera a frapporsi tra la razza umana e l’oscurità.



Io – il Centurione IX – viene inviato a Austin per valutare e assistere il detective John Chang in diversi casi di persone scomparse. Ma quello che sembra un lavoro semplice sfugge rapidamente al controllo e, mentre le minacce incombono da ogni lato, i due si trovano circondati da predatori sovrannaturali. John e Io saranno costretti a utilizzare ogni piccola abilità, fortuna e magia a loro disposizione soltanto per sopravvivere.



Queste sono le Cronache della Centuria.



AUTORE


Thom Brannan (1976) è stato un sommergibilista, un operatore nucleare, un elettricista, uno spettatore dell’industria dei semiconduttori, e ora produce sacchi per flebo (o lavora su macchinari che li producono).
È un editor freelance per la Permuted Press e per chiunque lo assuma. È stato pubblicato in diverse antologie, di diversi generi. Thom trova ispirazione da Robert B. Parker e H. P. Lovecraft. È l’autore di Lords of Night e Sad Wings of Destiny, ed è coautore di Pavlov’s Dogs – L’armata dei Lupi (uscito in Italia nel 2016) e The Omega Dog (con D. L. Snell) e Survivors (con Z. A. Recht).
Thom vive a Austin, in Texas, con la sua adorabile moglie, Kitty, un bambino, una bambina e un cane.
Lo trovate nei soliti posti online, non morde troppo.

Segnalazione: La cacciatrice di storie perdute di Sejal Badani


Presto troveremo in tutte le librerie questo romanzo che sembra davvero interessante.




SEJAL BADANI
LA CACCIATRICE
DI STORIE PERDUTE

In libreria dal 6 giugno




3.0 
Pagine: 448

Prezzo: € 9.90
E-book: € 2.99
Sejal Badani è capace di infondere bellezza anche nella tragedia.
Dopo il successo del primo romanzo, La strada di casa, Sejal Badani torna in Italia con un nuovo imperdibile libro, una storia magistrale sulla forza inesorabile dell'amore e l'invincibile desiderio di sognare.
Un viaggio nella cultura indiana.

Già bestseller internazionale, con oltre 7 mila recensioni su amazon.com, La cacciatrice di storie perdute verrà tradotto in 12 lingue.

«Un romanzo a base di segreti, amore e spirito di lealtà. È un inno alla bellezza e fa venire voglia di approfondire le situazioni di cui si legge.»
New York Journal of Books

«Una scrittura emozionante e potente. L’autrice scrive con una tale abilità da rendere facile immergersi nella storia e godere a pieno delle suggestive descrizioni.»
USA Today

«Sejal Badani racconta universi che conosce. Un libro meraviglioso
Corriere della Sera

«Una storia così vivida e stimolante da sembrare reale.»
Historical Novel Society
Jaya ha il cuore spezzato. Ha tentato a lungo di avere un bambino, ma dopo la terza gravidanza interrotta sta cominciando a perdere le speranze. Anche il suo matrimonio inizia a sfaldarsi e così, nel disperato tentativo di ritrovare sé stessa, decide di allontanarsi da New York per riavvicinarsi alle sue origini indiane. Non appena Jaya arriva in India viene immediatamente sopraffatta dai colori, dai profumi e dai suoni. Ogni cosa ha un fascino esotico, per lei, e ben presto il desiderio di riscoprire la cultura della sua famiglia prende il sopravvento. Ma ci sono segreti del passato a lungo taciuti che hanno il potere di influire sulle generazioni a venire. E così Jaya viene a conoscenza della storia di sua nonna e di un amore clandestino che è destinato a cambiare per sempre la sua vita. Solo dopo aver scoperto il coraggio e l’inarrestabile spirito di resilienza che hanno caratterizzato le donne della sua famiglia, infatti, Jaya si accorgerà di avere dentro di sé una forza che non avrebbe mai potuto immaginare di possedere.
SEJAL BADANI è un avvocato che ha deciso di dedicarsi alla scrittura a tempo pieno. I suoi romanzi sono stati bestseller di «USA Today», «Wall Street Journal» e «Washington Post». Adora ascoltare musica, viaggiare e tenersi in contatto con i suoi lettori. Per saperne di più: sejalbadani.com

martedì 28 maggio 2019

Salto19 – puntata 2- Anna Premoli e Felicia Kingsley





Il secondo appuntamento che vi presento è quello di



ANNA PREMOLI E FELICIA KINGSLEY

Il romanzo rosa salverà l'editoria?



I romanzi rosa sono tra i più attesi dalle lettrici e trainano vendite e mercato. Perché allora la critica letteraria li classifica come opere di serie B? Come sono cambiate negli ultimi anni storie e protagoniste?



Questo evento è stato moderato da una bravissima editor della casa editrice Newton Compton: Martina Donati.



Nota: le domande di Martina Donati sono in blu e in corsivo. Le risposte delle due autrici sono in corsivo rosso per Anna Premoli e in corsivo rosa per Felicia Kingsley.



Martina Donati: Il romance è uno dei sottogeneri di fiction. Esistono tanti sub generi, perché la narrativa femminile è esplosa. Il mercato editoriale è trainato dalla lettura di questi generi femminile. Il termine Chic lit, è stato coniato per una antologia di scrittrici femminili. Solo che pian piano ha avuto una connotazione dispregiativa.

Negli anni ’90 i romanzi femminili erano romanzi di intrattenimento, che però erano avevano pochi contenuti. Ora il romanzo rosa è molto cambiato.

Quante volte vi è accaduto di sentirvi emarginate riguardo ai vostri colleghi?



Anna Premoli: Le mie vere campagne femministe le ho combattute con i libri. L’indipendenza economica femminile è per me importante. La vera indipendenza alla base di tutto è quella economica.

Dietro ad un modo di fare ironico, perché io scrivo per divertire me e il lettore, mi piace presentare degli ideali.



Felicia Kingsley: L’umorismo e l’ironia in letteratura sono usati per portare avanti argomenti importanti. Il romance come narrativa femminile è considerato di nicchia. Questi romanzi parlano di sentimenti, ma anche di tanto altro.



Anna: L’ironia è utile anche nella vita.



Martina: E ora importanza del self publishing. Quanto ha influenzato la diffusione dei vostri libri la nuova forma di critica letteraria dei blog?



Anna: La cosa più bella è il confronto sul libro letto. Il vecchio book club è uno scambio importante. Le Bookblogger, Instagram, Facebook danno la possibilità di condividere le opinioni con gli altri. La raccomandazione che nasce dal cuore è il miglior movente.



Felicia: Io ho un debito d’onore per le blogger. La spinta propulsiva la danno loro. Le blogger fanno vivere un libro, ne parlano. Spiegano perché non è piaciuto. Dalle blogger e dalla loro analisi arrivano anche degli insegnamenti. In ogni libro abbiamo feedback diversi. Anche perché poi ci sono i commenti, che allungano la vita del romanzo.



Anna: A me piace l’idea del confronto, anche di ciò che non è piaciuto. Si passa da una dimensione personale e ci si apre ad un confronto.



Martina: Queste due autrici hanno entusiasmo e si vede. La lettura deve essere intrattenimento. Leggo quello che mi pare, ma leggo. Voi sentite se le lettrici hanno l’orgoglio di essere lettori di romanzi rosa?



Anna: No, non siamo orgogliosi, l’e-reader permette di nascondere cosa stiamo leggendo. Perché sulla metro non fanno vedere cosa sto leggendo. Quindi avere l’e-book mi fa nascondere. Abbiamo sempre paura di far vedere che stiamo leggendo romance. Come se dovessimo scusarci. Quindi siamo noi che dovremmo uscire fuori, noi per prime dobbiamo smetterla di giustificarci per quello che guardiamo. I maschi non si giustificano perché guardano la partita. Io ho scritto È solo una storia d’amore proprio per questo motivo.



Felicia: É un retaggio del passato pensare che una donna se fa qualcosa per il suo piacere sta facendo qualcosa che non deve, cioè deve giustificarsi.



Martina: Qual è il personaggio che vi ha dato più soddisfazioni?



Felicia: Quello che mi ha dato più soddisfazione è Blake. Perché lui ha la capacità di dire le cose in faccia, non ha paura di difendere le sue idee. Blake fa ciò che vorrei fare io. Tra le femmine la mia preferita è l’antagonista del libro Stronze si nasce.



Anna: Julie Morgan è molto differente da me e mi è piaciuta tanto. A me piacciono gli uomini un po’ sfigatelli, a me il “maschio alpha” piace poco, quindi sono affezionata a Norman. Mi sa di persona vera con la propria imperfezione.



Questo è stato un bell’appuntamento. Ho letto tutti i libri di queste autrici e mi piacciono davvero tanto, con uno stile divertente e ironico, sono capaci di scrivere delle belle storie. I loro ultimi lavori sono stati presentati in questa occasione.



Autore: Anna Premoli

Titolo: L’amore è sempre in ritardo

Editore: Newton Compton editori

Data di pubblicazione: 27 settembre 2018

Pagine: 320



Le prime cotte sono di solito un dolce ricordo, capace di far sorridere. Non per Alexandra Tyler: il suo primo amore è stato Norman Morrison, il migliore amico di suo fratello Aidan, che l'ha rifiutata senza tante cerimonie dopo che lei ha trascorso l'adolescenza a comporre per lui terribili lettere d'amore in rima. Ogni volta che lo vede non riesce a trattenere una smorfia. Eppure, in genere è una donna controllata... Sta finendo il dottorato in Geologia alla Columbia e si dà da fare per cercare l'uomo giusto, dopo Norman. Peccato che i suoi incontri siano uno peggiore dell'altro. Proprio quando ha deciso di prendersi una sacrosanta pausa dal complicato mondo degli appuntamenti, Norman, stufo di pranzi tesi in casa Tyler, le propone di lasciarsi i vecchi battibecchi alle spalle e provare a comportarsi in modo almeno amichevole, dato il loro comune legame con Aidan. Alex accetta: trattarlo in modo cordiale non dovrebbe essere poi così difficile... O almeno, questo è ciò che crede!



La mia recensione qui



Autore: Felicia Kingsley
Titolo: Due cuori in affitto
Editore: Newton Compton editori
Data di pubblicazione: 6 maggio 2019

Pagine: 416

Summer ha ventisette anni ed è californiana. Blake ne ha quasi trentatré ed è newyorkese fino al midollo. Lei aspira a diventare sceneggiatrice, ma per ora è solo assistente del direttore di produzione di una serie tv. Lui è uno scrittore da svariati milioni di copie e i suoi bestseller sono sempre in classifica sul «New York Times». Summer è fidanzata con un uomo molto più grande di lei, mentre Blake è un consumato casanova e nel suo letto entrano ed escono pop-star, attrici e modelle. Lei è una persona ordinata, precisa e mattiniera, fa yoga e beve tè verde; lui fa colazione con un Bloody Mary e due Marlboro, vive nel caos e non si sveglia mai prima delle due del pomeriggio. Summer e Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a entrambi. Uno dei due se ne deve andare, ma entrambi hanno ottime ragioni per restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni...

Qui trovate la mia recensione.







lunedì 27 maggio 2019

Cover reveal: Una conquista difficile di Kate Canterbary


Vi presento la copertina del nuovo volume della Hope edizioni.

Una conquista difficile di Kate Canterbary. Il titolo chiude, almeno per il momento, la serie "Talbott's Cove", di cui è stato già pubblicato "Una pesca miracolosa". Al contrario del primo romanzo, questo non è Male to Male, ma racconta la storia di Annette e Jackson.

Titolo: Una conquista difficile

Autore: Kate Canterbary

Serie: Talbott's Cove #2

Genere: Contemporary romance

Traduttore: Erika Arcoleo

Progetto Grafico: FranLu



Trama:

Annette Cortassi, la giovane e bella libraia di Talbott’s Cove, ha amato Owen Bartlett a lungo, convinta che lui un giorno l’avrebbe ricambiata e che insieme avrebbero creato una meravigliosa famiglia. Vedere Owen felicemente innamorato di Cole McClish è stato un duro colpo da digerire.

Le attenzioni dello sceriffo Jackson Lau, però, potrebbero essere un ottimo aiuto, se solo fosse capace di lasciarsi un po’ andare.

Jackson ha accettato il posto di sceriffo della cittadina di Talbott’s Cove perché pensava fosse il luogo ideale dove poter essere essere utile. Innamorarsi di Annette non era nei suoi piani, ma resistere è stato impossibile.

Riuscire a convincerla, però, sembra essere davvero una sfida e ciò che lo attende è... Una conquista difficile.

Segnalazione: Matrimonio d’onore di Marilena Boccola


Da oggi in tutte le librerie una nuova pubblicazione 


Titolo: "Matrimonio d’onore"

Autore: Marilena Boccola

Editore: Dri Editore

Genere: Regency

Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 12.99

Lancio ufficiale 27 maggio, in preorder dal 24 maggio



Sinossi:

“Edward!”

Dopo un impaziente battere di nocche, l’interpellato vide sua moglie irrompere nello studio in cui, come ogni giorno, si era rifugiato. Non era ancora abituato a sentirsi chiamare per nome da lei e immaginare le lettere uscire una a una dalla sua bocca gli diede un brivido lungo la spina dorsale. Cosa avrebbe provato se sua moglie l’avesse pronunciato in ben altra situazione, magari all’apice del piacere? Decisamente i suoi buoni propositi stavano vacillando…

Il tenebroso maggiore Edward Fitzwilliam, figlio cadetto del marchese di Winchester e valoroso combattente al servizio della Corona inglese, ha un unico piano: far sposare lo scapestrato nipote Thomas duca d’Arcy entro l’estate, in modo da assicurare alla sua casata una discendenza. Finita la stagione poi, ritirarsi in solitudine nella sua tenuta nel Devonshire, lasciando per sempre fuori dalla sua vita tutte le passioni che, dopo la menomazione subita in battaglia, ritiene essergli ormai precluse.  

Eppure, l’incontro con lady Esther Ashcroft, unica donna che a quanto pare è ancora in grado di accendergli i sensi e far palpitare di nuovo il suo cuore divenuto di pietra, va vacillare il suo piano. Le sue resistenze vengono meno quando la necessità di salvare la reputazione della bella baronessina si mette di mezzo, costringendolo a chiedere proprio la mano della donna che avrebbe voluto con tutte le forze allontanare da sé. 

Il matrimonio d’onore che ne deriva nasce sotto i peggiori auspici. Incomprensioni, malcelata gelosia e vane opposizioni alla passione, ogni giorno più vibrante, rendono la convivenza dei due coniugi quantomeno scomoda…

Dopo i successi ottenuti con i suoi meravigliosi contemporanei pubblicati sia in self che per prestigiose case editrici, Marilena si cimenta per la prima volta in un romanzo regency accontentando una nostra specifica richiesta.

E lo fa in maniera dobbiamo dire veramente riuscita. La storia che ne scaturisce è un classico del genere al quale le nostre lettrici sono abituate, e nel quale potranno trovare tutte le caratteristiche che hanno amato nei nostri romanzi. Il tutto però arricchito da una cifra particolare, propria dell’autrice, e una scrittura dallo stile impeccabile.

Siamo sicuri sarà un successo!




ESTRATTI:

Percepiva persino il calore del suo corpo e quel suo aroma di tabacco e… di vento. Sì, era proprio così, si disse: il maggiore Fitzwilliam odorava di vento, del vento carico di essenze selvagge che aveva respirato nella brughiera fin da bambina.



“Perdonatemi Lady Ashcroft, non compete di certo a me farvi scoprire sensazioni che fanno percepire l’assoluto, ma vi assicuro che ci sono diversi modi per arrivarci molto, molto vicino…”



… quando un uomo è tanto sprovveduto da innamorarsi di sua moglie, a quel punto non può lasciare le cose a metà.

Segnalazione: Loneliness di Andrew Levine


Vi presento un libro in uscita oggi su piattaforma Amazon


DISPONIBILE SU AMAZON.IT E PER KINDLE UNLIMITED
ebook €2,99 pp. 306

cartaceo €13,99 pp. 306

USCITA 27 maggio ’19



"Tutto succede per una ragione". "Doveva accadere". "È destino".



Romeo Whitmore si ripete queste parole da sempre, come un mantra. E quando un giorno, a sedici anni, si invaghisce di una ragazza intravista in metro, pensa che il grande momento sia arrivato. Per ritrovarla fa stampare centinaia di volantini, dandole appuntamento alla fermata dove si sono visti. Proprio lì, ad aspettarlo, c’è il suo destino, ma non è la ragazza della metro. È Eryn, dolce e sensibile, incuriosita dai volantini sparsi in giro per la città. Romeo ed Eryn si innamorano, e negli anni costruiscono un rapporto forte e maturo. Ma non hanno ancora fatto i conti con gli alti e i bassi della vita.



Come impareranno a loro spese, ci sono bassi che tolgono il respiro, che lasciano un vuoto impossibile da riempire, che fanno male al cuore. E spesso, in una coppia, ciò che può salvare una persona finisce per distruggere l’altra.







Review Party: Infamous. Senza vergogna di L. J. Shen


Sono felice di partecipare a questo RP e ringrazio Tiziana di avermi coinvolta. Mi sono affezionata a questi quattro ragazzi, sembrano degli arroganti e dei presuntuosi, ma in realtà nascondono una fragilità.

Autore: L. J. Shen

Titolo: Infamous. Senza Vergogna

Editore: Always Publishing

Data di pubblicazione: 23 maggio 2019

Pagine: 184

La relazione sconvolgente tra un'insegnante e il suo studente... Chi sta corrompendo chi? La vita di Melody Greene cambia completamente quando, a soli ventisei anni, la sua carriera di ballerina termina bruscamente per un infortunio. Ora, di ritorno nell'opulenta cittadina californiana di Todos Santos, è costretta a trovarsi in fretta un nuovo lavoro e finisce per insegnare nell'elitario liceo della città. Ma la All Saints High è il regno incontrastato di quattro ragazzi ricchi e viziati, venerati e temuti come dèi. E il cammino di Melody si scontra con il più incontrollabile e ribelle di loro, il figlio della preside, Jamie Followhill e il suo ricatto. Jamie è ben lontano dall'essere un ragazzo senza esperienza e da sempre è abituato ad ottenere tutto quello che vuole, con ogni mezzo e a ogni costo. Anche se ciò che desidera può portare rovina, scandalo e vergogna. La storia di un amore proibito, graffiante e controverso. La storia di una passione inarrestabile, capace di bruciare ogni convenzione.




Infamous – Senza Vergogna è una novella della The Saints’ series, è autoconclusivo e ci parla di Jamie, uno dei componenti degli HotHoles.

Jaime, nel volume dedicato a Vicious, era quello che meno mi aveva catturata, forse perché rimane più defilato, quindi leggere la sua storia mi è piaciuto molto. Ero curiosa di scoprire come un adolescente potesse innamorarsi della propria insegnante di letteratura e questo breve racconto ha esaudito il mio desiderio.

Infamous narra, dalla parte di Melody, come è nata la storia tra questi due ragazzi. Una storia che inizialmente ha un gusto un po’ amaro; nasce infatti da un imbroglio, quasi un ricatto. Eppure, occasione dopo occasione, Melody e Jaime mettono in evidenza i loro veri sentimenti.

Quello che in tutto il racconto si evince è il “marciume” della vita sociale a Todos Santos, una cittadina dominata dai prepotenti. In questo appuntamento vengono messe in evidenza le angherie cui deve sottostare Melody. La preside della scuola si comporta in modo riprovevole per favorire il proprio amante, fino ad accusarla di falsità. Ma non è solo lei a essere meschina. È un romanzo costellato di persone che, pur di fare favori ad amici e parenti, commettono reati. In un mondo così corrotto, l’amore tra Jaime e Melody spicca per la sua naturalezza. Sono due ragazzi che si amano.

Bellissimo è l’epilogo, che è anche il punto di contatto con Vicious.

Novella molto carina. Mi è piaciuto tanto leggerla e ora aspetto di conoscere altro di questi quattro ragazzi che sono sì arroganti, ma in fondo al cuore hanno una propria morale, che è per loro una linea guida.